La sostenibilità al centro del XX Congresso Nazionale dei Chimici e dei Fisici

Da oggi e fino al 25 novembre 2023 a Paestum (SA), presso il Centro Congressi Hotel Ariston, il XX Congresso Nazionale dei Chimici e dei Fisici, organizzato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici sul tema forte e sentito della sostenibilità.

“Chimica e fisica: il cuore del futuro sostenibile” è il messaggio rappresentativo scelto per questa attesissima edizione 2023, ma è anche il filo conduttore di una sostenibilità sociale, economica ed ambientale che si declina in diversi settori che vedono in prima linea le competenze chimiche e fisiche necessarie per attuare sviluppo ed innovazione: Alimenti, Cosmesi, Energia, Edifici e restauro, Mobilità Sostenibile, Sicurezza sul lavoro, Prodotti e Processi industriali sicuri per la salute, rispettosi dell’ambiente ed economicamente competitivi sul mercato.

Relazioni tecniche, testimonianze, analisi, progetti, prospettive future, innovazioni, accompagneranno le varie sessioni congressuali dove Professionisti, Enti, Istituzioni, Industria, Università, Associazioni e Parti sociali avranno modo di confrontarsi e fare il punto sulle possibili sinergie e collaborazioni da attuare in ottica di promuovere e realizzare in maniera concreta un futuro sostenibile.

Dalla salute al benessere socio-economico, dall’innovazione dei processi produttivi e gestionali alla tutela dell’ambiente, dalla sostenibilità alla sicurezza sul lavoro, il chimico e il fisico rivestono un ruolo centrale nel Sistema Paese, con un panorama di applicazione davvero ampio, in enti pubblici e privati, nelle forze armate, nel mondo industriale ed agricolo, della conservazione e tutela dei beni culturali.

Nascono da qui i titoli delle sessioni che si succederanno nel corso del congresso, con il contributo di relatori d’eccezione, per una tre giorni ricca di spunti, opportunità e importanti occasioni di confronto tra i professionisti del settore: Il ruolo della Chimica e della Fisica nella sostenibilità; Dall’alimento al packaging: un processo sostenibile; Cosmetica, sostenibilità e innovazione; Rivoluzione verde: il contributo della mobilità sostenibile; Verso un restauro ed un’edilizia sostenibile; Sostenibilità e sicurezza sul lavoro: un binomio inscindibile; Nuove frontiere dell’energia e sostenibilità; Prodotti e strategia 3P: profit, people, planet.

“Caleidoscopiche, settoriali ma al tempo stesso trasversali e capaci di portare il loro importante contributo in qualunque ambito di intervento: potremmo definire così le capacità e le conoscenze dei chimici e dei fisici”, spiega Nausicaa Orlandi, Presidente FNCF. “Qualunque sia il settore di pertinenza, il filo conduttore e il ‘primo mobile’ per chi ha fatto della chimica o della fisica la propria scelta di vita resta la curiositas, quell’innato desiderio di esplorare, conoscere, dominare la materia. Eccellenza, innovazione e impatto rappresentano i tre principi fondanti della ricerca, quell’attività di studio continua e costante che impedisce a chiunque eserciti una professione come la nostra di fermarsi. È importante essere sempre aggiornati e abbracciare queste conoscenze per la salute e il benessere della collettività, perché l’evoluzione dei tempi porta all’evoluzione delle competenze. Ecco perché siamo fortemente convinti che il futuro passi anche da noi e si basi sulle nostre solide radici, per questo abbiamo voluto incentrare questa XX edizione del Congresso Nazionale dei Chimici e dei Fisici sulla correlazione tra queste due professioni e la sostenibilità, in uno scenario suggestivo e simbolicamente importante come Paestum”.

altri articoli

Asco pompe

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ULTIMO NUMERO

ULTIME NOTIZIE

NAVIGA PER CATEGORIA