Da Stuvex le valvole di isolamento compatibili con tutte le polveri

Le valvole di isolamento passive bloccano la propagazione di un’esplosione in un filtro depolveratore. La nuova generazione di valvole NOVEx di Stuvex è compatibile con tutte le polveri – siano esse organiche, inorganiche o metalliche – e ora può essere montata in ogni posizione: orizzontale, verticale ed inclinata.

Le valvole di isolamento passive sono certificate ATEX e vengono utilizzate per bloccare la propagazione di un’esplosione in un filtro depolveratore sull’ingresso dell’aria sporca e/o sull’uscita dell’aria pulita. Sono installate sulla maggior parte dei filtri e depolveratori dove esiste un comprovato rischio di esplosione con polveri combustibili ma possono essere utilizzati su qualunque processo che soddisfi le caratteristiche di lavoro della valvola.

La prima generazione di valvole NOVEx di Stuvex era infatti compatibile con tutti i tipi di polvere, ma era necessario rispettare alcuni vincoli di posizione ed altre regolazioni che ne limitavano le possibilità di utilizzo. La NOVEx II è attualmente in aggiunta alla gamma esistente ma presto sostituirà la prima versione (NOVEX I). Questo perché la nuova valvola è compatibile con tutte le polveri, siano esse organiche, inorganiche o metalliche ed ora può essere montata in tutte le posizioni: orizzontale, verticale ed inclinata, offrendo inoltre una delle gamme più ampie sul mercato, da DN100 a DN1250 ed una versatilità d’installazione ampia e flessibile. Con il nuovo design è stato inoltre possibile ridurne l’ingombro, soprattutto per i grandi diametri. Ad esempio, con una valvola in DN800, una volta installata sulla tubazione, avrà un ingombro inferiore a 800 mm; un vantaggio importante che rende questo dispositivo di più semplice integrazione nel processo. La gamma standard è disponibile in acciaio verniciato e in acciaio inox 304/316L, ma anche in Hardox, un materiale adatto ad essere utilizzato con quei processi che presentano una problematica di abrasione rilevante.

Le certificazioni

La valvola NOVEx II è un dispositivo di isolamento contro le esplosioni certificato come sistema di protezione secondo la Direttiva 2014/34/UE e secondo EN16447:2014 e EN15089:2009. È stata testata in condizioni che vanno oltre quanto richiesto dall’attuale norma EN16447, attualmente in fase di revisione. In altre parole, è stata testata con l’installazione di una tubazione prolungata a monte dell’impianto presso il sito di test del partner Adix in Spagna. L’installazione di una tubazione sul lato dell’area protetta modifica notevolmente il comportamento dell’apparecchiatura in caso di vera e propria esplosione. I risultati sono stati ottenuti con un numero adeguato di test in condizioni reali e sono certificati da enti terzi.

La valvola NOVEx II è un dispositivo di isolamento contro le esplosioni certificato come sistema di protezione secondo la Direttiva 2014/34/UE e secondo EN16447:2014 e EN15089:2009

La manutenzione ordinaria, programmata/non programmata

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le valvole a paratia non sono dispositivi esenti da manutenzione preventiva e regolare. Questa dovrebbe essere sempre eseguita con una periodicità in linea con i regolamenti e le normative vigenti. È importante quindi ricordare che qualsiasi dispositivo di sicurezza necessita di controlli periodici anche solo visivi in un primo momento; la periodicità di queste verifiche può variare a seconda dell’utilizzo, ma soprattutto della severità del processo in cui vengono installate le valvole. La gestione da parte dell’utilizzatore finale ha poi un’importanza rilevante perché le verifiche possono essere fatte con ampia frequenza, in modo programmato e puntuale, identificando più facilmente le eventuali criticità e la giusta frequenza di controllo tra una manutenzione programmata e l’altra da effettuare ad opera di un tecnico certificato. La valvola NOVEx II è dotata di un portello di ispezione incernierato per una facile ispezione e per verificarne il corretto funzionamento; può essere infatti facilmente testata anche dagli operatori dell’utilizzatore finale con le dovute attenzioni. Il profilo del piatto interno è stato completamente ridisegnato insieme al corpo valvola per limitare il rischio di accumulo di polvere e facilitare il flusso del processo.

Un sistema di blocco del piatto della valvola garantisce che questa non si possa riaprire in caso di attivazione reale (a seguito di un’esplosione). Dai test effettuati, si è visto che nelle tubazioni si possono verificare delle condizioni di pressione/depressione dovute a vari fattori come la presenza di un venting sul volume protetto, ad esempio. Questa condizione è potenzialmente pericolosa se il piattello della valvola non fosse correttamente serrato e bloccato, perché potrebbe causare la riapertura parziale della valvola creando le condizioni per consentire la propagazione dell’esplosione oltre il sistema di sicurezza. Con la valvola NOVEx II, se correttamente ispezionata e manutenzionata nel tempo, questo non può succedere.

Pensata principalmente per la protezione di filtri e depolveratori, NOVEx II è adatta potenzialmente a qualsiasi applicazione inerente all’isolamento passivo di tubazioni per il trasporto di prodotti a rischio esplosione

La sensoristica

L’ampia scelta di sensori è rimasta essenzialmente la stessa della prima versione già adeguata ad incontrare tutte le esigenze delle applicazioni anche meno comuni, ma è stata aggiornata per fornire la migliore gamma disponibile sul mercato:

  • sensore di blocco: dà un segnale di allarme in caso di completa chiusura del piattello quando si verifica un’esplosione;
  • sensore di posizione: dà un segnale di allarme qualora il piattello della valvola si sganci dalla sua posizione di lavoro costituendo potenziale ostacolo al corretto flusso del processo;
  • sensore di accumulo polvere: in caso di accumulo di prodotto alla base del corpo valvola, questa funzionalità invia un segnale di allarme da utilizzare secondo esigenze dell’utilizzatore per attivare una verifica straordinaria del dispositivo od individuare la corretta periodicità della stessa;
  • rilevatore antiusura: sensore utile con quei processi potenzialmente abrasivi a rilevare preventivamente eventuali danni alla valvola;
  • sistema automatico di pulizia: è un dispositivo che può essere collegato alla sensoristica descritta sopra, attivandosi in caso di un deposito eccessivo rilevato dal sensore di accumulo polvere od in modo sistematico con un timer, tarato sulla base dell’esperienza acquisita.

In conclusione, la valvola NOVEx II rappresenta uno dei prodotti maggiormente sviluppati e testati, è pensata principalmente per la protezione di filtri e depolveratori, ma è adatta a coprire potenzialmente qualsiasi applicazione inerente all’isolamento passivo di tubazioni per il trasporto di prodotti a rischio esplosione.

altri articoli

Asco pompe

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ULTIMO NUMERO

ULTIME NOTIZIE

NAVIGA PER CATEGORIA