Steriline porta ad Achema il suo modello zero sprechi

Achema 2024, il Forum mondiale per le industrie di processo che richiama produttori e fornitori di servizi da oltre 50 paesi, sta per aprire i battenti. Steriline, azienda europea produttrice di linee standard e robotiche per la lavorazione asettica di farmaci iniettabili, presso il suo stand E95, padiglione 3.1 (Fiera di Francoforte) dal 10 al 14 giugno, presenterà le nuove tecnologie sviluppate in ottica di upgrade della propria filosofia “zero sprechi”, così da soddisfare al meglio le esigenze di sostenibilità dell’industria farmaceutica.

Il mercato del confezionamento farmaceutico crescerà dell’8,24% a livello mondiale, mentre il mercato delle macchine per il confezionamento farmaceutico registrerà una crescita annua del 7,5% fino al 2028 [1]. Allo stesso tempo, l’aumento dei costi per il riempimento, il confezionamento e l’etichettatura dei medicinali, sommato alla crescita dei costi energetici, potrebbe causare un calo delle entrate per i produttori farmaceutici, già sotto ulteriore pressione a causa dei prezzi di vendita fissi dei farmaci (ad esempio nell’UE).

Le tecnologie e le soluzioni che facilitano la massimizzazione del profitto sono quindi oggetto di un attento esame da parte dei produttori farmaceutici, particolarmente attenti alla flessibilità produttiva, all’implementazione della robotica e alla sostenibilità, soprattutto in termini di riciclo e riduzione di consumi e sprechi.

Una macchina riempitrice robotica e sostenibile

In occasione di Achema 2024, Steriline esporrà una macchina riempitrice robotica per flaconi (RVFM5) in grado di soddisfare tutte queste necessità legate al confezionamento primario dei farmaci iniettabili. Dotata di 5 aghi di riempimento, integra la robotica, che permette di modificare facilmente i cicli produttivi, contenitori e capacità, con la filosofia “zero sprechi” 2.0, una metodologia sviluppata per la prima volta cinque anni fa e ora notevolmente migliorata per risparmiare ulteriormente tempo e accelerare la produzione. Tale modello di Steriline, nella sua versione 2.0, rileva le eventuali imprecisioni nei processi di riempimento e ghieratura direttamente nelle rispettive stazioni e, se necessario, lavora nuovamente eventuali contenitori non conformi.

La stazione di riempimento è dotata di celle di pesatura ad alta precisione che misurano i livelli di dosaggio e, attraverso un sofisticato software, controlla il funzionamento della pompa per garantire un riempimento accurato (±0,5% o migliore, a seconda del volume di riempimento rispetto al requisito di produzione). Nella stazione di tappatura la tecnologia si basa invece su sensori di pressione in grado di distinguere un processo di tappatura eseguito correttamente da uno errato. Entrambi i controlli evitano eventuali sprechi dovuti a riempimenti non conformi o componenti mancanti o mal posizionati.

“Innovazione e sostenibilità sono senza dubbio tra le maggiori sfide dell’industria farmaceutica”, afferma Federico Fumagalli, direttore Commerciale di Steriline. “Insieme, questi temi portano a una combinazione vincente su tutta la linea: un minor impatto sul nostro pianeta (in termini di risorse) unito a una riduzione dei costi di produzione, un toccasana per il business e i margini operativi. La filosofia “zero sprechi”, che continuiamo a migliorare grazie alla ricerca nei nostri laboratori, abbraccia questa sinergia e mira a ridurre al minimo gli sprechi, promuovendo una produzione più efficiente”.

Steriline, stazione di tappatura della RVFM5

Steriline, stazione di tappatura della RVFM5.
In apertura: stazione di riempimento con celle di pesatura della RVFM5 di Steriline.

Monitoraggio microbico costante

La macchina RVFM5 sarà inoltre dotata di una nuova tecnologia per il monitoraggio delle particelle vive e non vive fornita da Particle Measuring Systems.

“Il monitoraggio microbico costante attraverso il campionamento attivo dell’aria viene ottenuto utilizzando l’impattatore BioCapt® Single-Use, consentendo di ridurre la quantità di piastre agar per il monitoraggio dell’aria di almeno il 50% su linee di riempimento come quelle di Steriline”, afferma Frank Panofen, vicepresidente e General Manager della Divisione Life Sciences presso Particle Measuring Systems.

Infine, i visitatori avranno anche l’opportunità esclusiva di scoprire in anteprima le nuove soluzioni di trasferimento rapido di Getinge. Considerate come un passo avanti nel trasferimento asettico, tali soluzioni testimoniano l’impegno di Getinge nell’affrontare le sfide dei clienti legate al rischio di contaminazione, all’efficienza produttiva e all’utilizzo delle risorse. I partecipanti potranno scoprire in prima persona come queste soluzioni innovative contribuiscono all’integrità operativa, ai processi di produzione e alla gestione delle risorse.

[1] https://www.achema.de/en/press/trend-reports/packaging-of-medicinal-products [Accesso: 03 maggio 2024]

altri articoli

Asco pompe

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ULTIMO NUMERO

ULTIME NOTIZIE

NAVIGA PER CATEGORIA